LA SCUOLA ITALIANA A BARCELLONA

LA SCUOLA ITALIANA A BARCELLONA

Come in molti paesi sparsi per il mondo anche qui a Barcellona c’è la Scuola Italiana.

Naturalmente, come è ovvio che sia, assume la connotazione di “scuola internazionale” trovandosi in suolo estero e con tutta una serie di particolarità.

La Scuola Italiana  “Maria Montessori” (materna, primaria e medie) si trova nel quartiere di Sarrià, la secondaria superiore “Edoardo Amaldi” e si trova nel quartiere di Example, di fianco alla Casa degli Italiani, un edificio storico di proprietà del nostro Governo.

Per dare un esempio pratico la scuola media si articola in 5 giorni e 31 ore settimanali nelle quali lo studio delle lingue  (inglese, catalano e spagnolo) occupa almeno 10 ore settimanali.

Una retta di circa 130 euro mensili è richiesta per mantenere i servizi della  scuola e un ulteriore pagamento è riservato a chi usufruisce del servizio mensa ( non obbligatorio per le scuole secondarie)

La scuola materna, invece è privata e la quota mensile si aggira intorno ai 300 euro al mese.

A fianco degli insegnanti operano altre persone importantissime per la vita della scuola: il personale ausiliario che ha una vera e propria funzione educativa strutturale in molti momenti della vita scolastica, il personale della cucina e di assistenza ai momenti di gioco e di ricreazione, gli specialisti di discipline sportive ed artistiche, i membri dell’Associazione Genitori .

Tutti loro offrono arricchimenti e collaborano a realizzare gli obiettivi di formazione dei ragazzi nel rispetto delle linee pedagogiche della scuola Montessori.

La Scuola ha inoltre predispone un servizio medico ed uno psicopedagogico, entrambi affidati a professionisti del settore.

La Scuola  segue gli orientamenti pedagogici ed i programmi didattici delle scuole italiane ma opera in autonomia e cerca costantemente un dialogo con l’ambiente in cui è inserita considerandola una risorsa importante per il proprio lavoro.

Naturalmente la lingua italiana è lo strumento principale di comunicazione e di lavoro anche se le lingue catalana e spagnola contribuiscono a favorire lo sviluppo del multilinguismo negli alunni spesso figli di coppie miste di altre nazionalità.